Fotografia
Giovedì 28 febbraio 2013
hdg - cascata della diosilla a monterano - foto di ennio sacchetti - enniosacchetti.it

Bentornati a tutti.
Oggi vi racconto una bella leggenda. Ve la racconto prima con un'immagine e poi con quello che viene tramandato dagli abitanti del luogo.

Siamo a Monterano e si, ci sono già state altre fotografie scattate in zona. D'altra parte la riserva di Monterano è veramente un posto ricco di storia e di tesori inestimabili anche dal punto di vista naturalistico. Ogni volta che passo da lì torno sempre con dei tesori inimmaginabili. Non ci credete ? Vedrete, vedrete... soprattutto se ci andrete.

Ma torniamo a noi.
Quello che vedete nell'immagine è la cascatella della Diosilla. La foto è scattata in inverno e per questo il flusso dell'acqua non è molto copioso. Sufficiente però per rendere l'idea della storia che vi vado a narrare.

C'era una volta una ragazza innamorata di un giovane. La ragazza è bella, con i capelli rossi e la pelle lattea e viveva lì, da qualche parte nel bosco.
La ragazza era, naturalmente innamorata di un giovane non meno attraente di lei e decisamente coraggioso, dato che un giorno partì per una guerra, una qualsiasi.
La ragazza non riuscì a dichiare il suo amore prima della partenza di lui ed aspettò per mesi e mesi di poterlo incontrare nuovamente per dirgli quanto profondamente lei lo amasse.
Sta di fatto che un giorno, mentre la ragazza era nel bosco, vide passare alcuni soldati di ritorno. Con il cuore pieno di speranza corse incontro al gruppo di uomini che tornava dalla guerra, ma quando vide i loro visi capiì subito che qualcosa non andava. Cercò il volto del suo amato senza trovarlo e le lacrime dei compagni che tornavano le diedero la silenziosa mortale notizia: il giovane da lei amato era morto coraggiosamente ma senza che sapesse che lei lo aspettava per consegnargli il suo futuro.
Allora, colta dalla disperazione, la ragazza cadde a terra e pianse. Pianse e pianse e le lacrime bagnavano i capelli ramati che si erano sparsi tutt'intorno. E pianse ancora e ancora e poi per sempre e la cascata che oggi possiamo vedere è formata dalle lacrime della giovane innamorata che ancora bagano i suoi capelli rossi.

Non so quanto sia vera o ufficiale questa leggeda: ma le cose sono due:
1. Mi pare una bella leggenda.
2. E' un pretesto come un altro per andare a vedere uno dei posti più belli del Lazio.




Commenti



Cerca nel sito
Categorie
Computer
4
Fotografia
46
Programmazione
4
Scatolone
1
Viaggi
3

Potrebbe interesarti anche